Tassazione opzioni binarie. La legge italiana cosa dice.

La tassazione opzioni binarie è uno degli argomenti più discussi e ricercati da chi ha deciso di intraprendere questa nuova forma di trading. Cominciamo col dire che i guadagni provenienti dalla vostra attività di trading in opzioni binarie vanno dichiarati e ci vanno pagate le tasse.

Essendo una forma di guadagno da capitale detta capital gain, l’aliquota per le opzioni binaire è del 20% (aliquota fissa).

La dichiarazione spetta al trader stesso che dovrà farsi inviare, dal broker presso quale sta operando, una lista contenente tutte le operazioni (deposit, ordini e prelievi) e recarsi dal suo commercialista di fiducia con tale documentazione. Sarà poi il commercialista ad inserire i dati corretti nella vostra dichiarazione dei redditi.

L’importo calcolato pari al 20% dell’imponibile, come abbiamo già detto, verrà liquidato in fase dichiarativa. Questo vuol dire che non appena farete la dichiarazione dei redditi, allo stesso istante provvederete al pagamento delle tasse sul vostro guadagno da capital gain (le opzioni binarie). E’ tutto molto semplice.

Questa è la linea generale da seguire per adempiere alla dichiarazione corretta dei guadagni provenienti da trading binario. Se avete situazioni particolari o domande specifiche il nostro consiglio è quello di recarvi dal vostro commercialista di fiducia che troverà la risposta giusta al vostro quesito.

Molti sono i dubbi in materia tra cui le domande più frequenti sono:

  • Ho effettuato 10 depositi e solo 2 prelievi, in questo caso cosa devo dichiarare esattamente?
  • Su cosa devo pagare le tasse esattamente?
  • Ho perso soldi e devo pagarci pure le tasse?

Come in qualsiasi cosa riguardi la tassazione in italia vige un clima di confusione più totale; è per questo che vi consigliamo vivamente di recarvi da un commercialista.

 

, ,

No comments yet.

Lascia un commento

  • Trading CFDs e/o opzioni binarie puo' comportare rischi di perdita di capitali.

Web Analytics

Clicky